Tommaso Grassi

Ataf, Grassi: “Si faccia molta attenzione alle clausole negli atti con Gest. Sono scomparse e non si capisce come e perché”

“Ad oggi non è più previsto il trasferimento di personale da gomma a ferro. Il Comune ha sbagliato?”

“Le parole di Nardella smentite di nuovo: non solo i 4 milioni in più per il servizio di trasporto su gomma sono ancora una promessa ma non è più previsto nessun trasferimento diretto del personale di Ataf da gomma a ferro. O almeno così si evince dalle ultime modifiche, del 2014, degli accordi con Gest e Tram di Firenze: non risulta più tra le clausole dell’articolo 21 della concessione rispetto alla versione precedente, ma nelle modifiche introdotte dalla delibera della Giunta non se ne trova traccia. Infatti in quel caso si parlava del trasferimento del personale in fase di entrata in funzione delle linee della tramvia”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, interviene in Consiglio comunale. E attacca: “Ci hanno raggirato? Oppure si tratta di un errore? Perché se così fosse, si può ancora rimediare. Infatti il Comune può fare richiesta di introdurre il comma per il trasferimento da gomma a ferro nella modifica che sta trattando con i privati”.
“Meglio ammettere l’errore – continua Grassi – ora che siamo ancora in tempo. Le conseguenze potrebbero essere catastrofiche per i lavoratori e per la cittadinanza. Da una parte meno posti di lavoro e dall’altra disservizi nei trasporti. Non si indugi ancora, ma si affronti il problema con serietà. Basta con i proclami e le promesse”.

Pubblicato lunedì, 13 novembre 2017 alle 15:58

Iscriviti alla Newsletter