Ataf, Grassi: “Busitalia si scordi l’aumento del biglietto. I maggiori costi per i ritardi dei cantieri siano trovati dai fondi per la tramvia”.

“Traffico quasi ai livelli invernali. Le corse dei bus sono in ritardo, sempre. Un servizio pessimo da parte di Busitalia, nuova proprietaria di Ataf. La causa? I cantieri per la tramvia, quasi sempre deserti”. Così Tommaso Grassi commenta il caos trasporto pubblico locale dovuto ai lavori che stanno mandando in tilt il traffico di Firenze. E continua “cosa succederà a settembre con la riapertura delle scuole? E come al solito a rimetterci saranno i cittadini. Da una parte Busitalia vorrebbe ottenere l’aumento del costo del biglietto a 1,50 euro e dall’altra parte un servizio che peggiora di giorno in giorno e un’opera pubblica che stenta a essere realizzata. L’assessore Giorgetti ha dichiarato di essere a conoscenza di questi problemi, ma non ci sembra che si stiano prendendo i provvedimenti necessari per risolvere la situazione”.

Pubblicato domenica, 5 Luglio 2015 alle 10:34