Assunzione Tani, Grassi e Lazzerini: “Si era stancato di amministrare Sas oppure è la dimostrazione della sua incapacità a ricoprire quel ruolo?” Nardella inventa il nuovo modo di creare posti di lavoro per gli amici

“Sorprende e fa arrabbiare la risposta dell’assessore Perra che quasi come se fosse la cosa più normale ammette che da settembre Tani non sarà più amministratore unico di Sas e passerà a guidare un ufficio ad hoc in città metropolitana dove è stato assunto a chiamata dallo stesso Nardella che lo aveva nominato nella partecipata comunale. Avesse cumulato le cariche lo avremmo criticato ma adesso che è chiara l’opzione per l’incarico nell’amministrazione metropolitana e l’abbandono della carica in sas ci chiediamo se si era già stancato di amministrare Sas oppure se questa è la dimostrazione della sua incapacità a ricoprire quel ruolo?”
“Complimenti al nuovo metodo ideato da Nardella di creare posti di lavoro per gli amici, ma lasciando da parte le critiche politiche siamo fortemente preoccupati per le sorti di Sas che si ritroverà a settembre senza una guida, con una riorganizzazione a mezzo, con un concorso per direttore generale non completata, con scelte sul personale che faranno discutere dopo l’estate ma che rimarranno senza colpevole, e con una gara ad anno nuovo per i servizi stradale che obbligatoriamente avrà delle ripercussioni sul personale che andrà ricollocato nei servizi affidati dal Comune a sas.”
“Questo non è governare un Comune, una istituzione metropolitana o amministrare una società pubblica, questo è farsi i fatti propri utilizzando il potere politico che si ha per garantire uno stipendio sempre e comunque a ex assessori che in ogni occasione è ad ogni mandato devono essere riciclati in qualche modo. Non ci vengano a dire che lo stipendio diminuirà perché siamo certi che se non avessimo sollevato la questione il cumulo sarebbe stato certo, non apparendo incompatibile essendo gli enti di nomina dei due incarichi diversi tra loro.”

Pubblicato sabato, 8 Agosto 2015 alle 18:16