Asili nido aperti la sera, Grassi, Verdi e Trombi: “Sempre più simili ad un parcheggio a ore” “Ma non erano un luogo di crescita e apprendimento?”

“La Vicesindaca Giachi lancia la proposta di tenere gli asili nido aperti anche la sera. Ora tocca ai genitori esprimersi. Saranno favorevoli o no? Certo è che così si trasformano luoghi di educazione in parcheggi a ore”. Così critica Tommaso Grassi capogruppo di Firenze a sinistra con Sel, Fas e Prc la nuova idea dell’amministrazione Nardella in merito ai servizi per l’infanzia. E incalza “Prolungare l’orario dalle attuali 17.30 fino alle 20 è un provvedimento inaccettabile. Il via libera sarebbe un duro attacco a quanto pedagogia e studi sulla crescita hanno sempre sostenuto e dimostrato. I figli hanno bisogno di passare diverse ore al giorno con i propri genitori o almeno con i familiari, sia che essi siano nonni o fratelli e sorelle maggiori”.

“Si tratta di un problema dei nostri tempi – continua Grassi – il lavoro precario e lo sfruttamento dei contratti di lavoro, il ricatto giornaliero per un avanzamento di carriera, portano padri e madri lontani dalla casa per la maggior parte dell’arco della giornata. Tutto per portare a casa il minimo per arrivare alla fine del mese. Si tratta di un problema culturale e sociale che la politica non può in alcun modo favorire e incentivare”.

“Cosa vogliamo fare poi? Ritrovarci in una società in cui anziani e disabili appena non più autosufficienti saranno ghettizzati in strutture sociali solo per non poter pesare sulle proprie famiglie? E i minori affidati la mattina e ripresi la sera dagli asili? È davvero questa la società che vogliamo? La politica deve occuparsi di migliorare le condizioni di vita dei cittadini e supportare la famiglia nel coniugare lavoro figli”.

Pubblicato mercoledì, 3 Giugno 2015 alle 18:46