Tommaso Grassi

Approvata all’unanimità la risoluzione “Per una contraccezione libera e gratuita secondo legge”

Il Consiglio comunale approva all’unanimità la Risoluzione “Per una contraccezione libera e gratuita, secondo Legge” presentata dal Gruppo Firenze Riparte a Sinistra che chiede al Ministero della Salute di garantire a tutte le cittadine e i cittadini l’accesso gratuito alla contraccezione come prevede la Legge n. 405/1975, alla Regione Toscana e al Ministero della Salute di promuovere campagne di informazione sull’uso e la fruizione dei metodi contraccettivi e di protezione delle malattie sessualmente trasmissibili per una procreazione libera e consapevole e per investire per il potenziamento e l’estensione dei consultori su tutto il territorio.

Dal 2016 tutte le pillole anticoncezionali sono diventate a pagamento, l’Italia risulta negli ultimi posti in Europa per l’uso dei contraccettivi e per molte donne, soprattutto nelle fasce giovanili il costo risulta troppo oneroso.

Con pillola e contraccettivi solo a pagamento, sono soprattutto le fasce giovanili a essere esposte al rischio di incorrere in gravidanze indesiderate o di contrarre malattie sessualmente trasmissibili, anche per questo è importante garantire l’accesso gratuito ai presidi contraccettivi più diffusi. 

Pubblicato venerdì, 5 Aprile 2019 alle 17:38

Iscriviti alla Newsletter