Anche le ‘nozze dell’anno’ creano problemi alla cittadinanza se a sposarsi è Marco Carrai.

Nozze Carrai, Grassi: “Ingresso vietato al cimitero”.

Disagi senza preavviso e agevolazioni ad personam: maxi servizio d’ordine pagato dai cittadini        

“Ho incontrato turisti imbestialiti e molte persone che volevano visitare i loro cari al cimitero e sono state allontanate: sono indignato e amareggiato”. Così Tommaso Grassi critica la gestione dell’evento vip che ha paralizzato San Miniato per l’intero pomeriggio.

“Non era stato dato alcun preavviso – dice Grassi – e tantissime persone si sono trovate davanti ad uno schieramento delle forze dell’ordine che vietavano di visitare le tombe dei propri cari o la visita alla Chiesa programmata da tempo. Come Consigliere ho appurato che l’unico atto dell’amministrazione è un’ordinanza per divieto di 170 metri di divieto di sosta. Non basta per dire che i cittadini erano informati: è mancata una comunicazione seria come meriterebbe Firenze”.

“Grazie all’illustre testimone Carrai si è ritrovato un maxi servizio di ordine pubblico gratuito pagato dallo Stato che in assenza di Matteo Renzi avrebbe dovuto concordare e rimborsare al Comune di Firenze”.

Pubblicato sabato, 27 Settembre 2014 alle 18:12