Amianto nelle tubature di Publiacqua. Nessun allarmismo ma possiamo ancora bere l’acqua serenamente?

Amianto nelle tubature dell’acqua, Trombi e Grassi: “L’Organizzazione Mondiale della Sanità non lo vieta, lo Stato non si pronuncia e dunque per Publiacqua possiamo bere l’amianto serenamente.”

Lunedì prossimo presentata una interrogazione a cui farà seguito una mozione per la sostituzione dei tubi d’amianto.

Dopo l’analisi-inchiesta del laboratorio politico perUnaltracittà di Firenze, e dell’intervento del Forum sull’acqua pubblica e dell’ex Assessora di Pistoia Ginevra Lombardi che hanno evidenziato le criticità legate alla vasta presenza di amianto nelle tubature di Publiacqua S.p.A. (circa 225 km di condotte in totale), e dopo la nota in risposta di Publiacqua stessa, il gruppo Firenze Riparte a Sinistra interviene : “Riteniamo che sia improrogabile iniziare un percorso politico, che è partito questa mattina con la presentazione di un’interrogazione per il prossimo consiglio comunale” affermano i consiglieri Grassi e Trombi.

“Troviamo irresponsabile – proseguono – che con una rete idrica in pessime condizioni (Publiacqua oggi stesso riporta perdite pari al 30-35%), una buona parte della quale costituita anche da amianto, non solo non si sia progettato un piano straordinario di sostituzione delle tubature composte da amianto, ma nemmeno ci si prende la briga di fare delle analisi per verificarne l’eventuale presenza nell’acqua che viene erogata.”

“Al di là di inutili allarmismi, l’ingestione di amianto, come dimostrano studi recenti e meno recenti, può risultare dannosa per la salute, e non ci sembra un dato irrilevante che un altro gestore (AIMAG di Carpi) abbia avviato un investimento di 60 milioni di euro per sostituire 290km di condotte in amianto (ben meno per altro dei 200 milioni di euro buttati lì da Publiacqua per i nostri 225km). Publiacqua invece non pare avere fretta, e sostanzialmente cambierà i tubi solo quando si romperanno.”

“Per questo abbiamo chiesto all’amministrazione comunale di avere una panoramica di come Publiacqua investa gli utili che le derivano dal gestire l’acqua (indicata per altro da un referendum come un “bene comune”, anche se nessun sindaco pare ricordarsene). Inoltre, vogliamo sapere se si intendono cominciare analisi relative alla presenza eventuale di amianto nell’acqua che beviamo e se l’amministrazione intende adoperarsi perché un piano di sostituzione straordinario sia messo in atto quanto prima. Il Presidente di Publiacqua, da noi sollecitato, ha passato la palla alla politica, dicendo che senza direttive dell’autorità idrica toscana in merito loro non si possono muovere. Per questo motivo il nostro prossimo passo sarà una mozione in cui impegneremo il Sindaco, membro dell’AIT, a presentare un piano urgente per la sostituzione delle tubature composte anche solo parzialmente dall’amianto.” – Concludono  i consiglieri di Firenze Riparte a Sinistra.

Pubblicato giovedì, 23 Ottobre 2014 alle 18:31