aeroporto

Aeroporto, Firenze riparte a sinistra: “Annullamento parere Regione sulla Via è una vittoria per il rispetto di norme, salute e ambiente”

Toscana Aeroporti, ENAC, Regione e Governo non eludano la sentenza con nuove forzature.

“Sull’aeroporto il Tribunale Regionale Amministrativo boccia Regione, ENAC e società Toscana Aeroporti annullando tutti gli atti della Regione che prevedevano la nuova pista dell’aeroporto di Peretola. Oltre cento pagine di sentenza in cui viene riconosciuto a comitati e cittadini che avevano ragione, che non era tutto regolare come volevano farci credere sulla stampa e sul territorio arrivando anche ad usare video e plastici fatti esclusivamente per impressionare e convincere come quel progetto fosse tutto perfetto e magnifico.”

“Un giudizio tutto da leggere per capire fino in fondo le conseguenze della sentenza anche per quel che riguarda Firenze e il piano urbanistico di Unipol/ex-Ligresti nella Piana di Castello. Certo, facile capire come per un giudice sia scontato che un progetto successivo non può stravolgere la programmazione urbanistica di una Città di decenni senza che sia prima trovato un accordo per la riorganizzazione della pianificazione. Due punti sulla procedura del PIT regionale e della VIA nazionale sul masterplan nella sentenza sono assolutamente chiari: le carenze di istruttoria e le contraddittorietà hanno determinato la decadenza del master plan nella parte in cui prevede la nuova pista convergente parallela 12/30, e che i vizi, l’inadeguatezza e le lacune contenute negli atti inficiano la validità della procedura di Valutazione Ambientale Strategica. Questa è l’ennesima dimostrazione che non si governa una comunità con continue forzature normative e che non si fanno le opere contro il parere della cittadinanza.”

“Grazie all’annullamento con la sentenza della deliberazione della Giunta Regionale Toscana del 30 novembre 2015 che approvava il parere regionale nell’ambito del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale di competenza statale relativo al progetto “Aeroporto di Firenze – Master Plan aeroportuale 2014-2029 non è vero come sostenuto da Toscana Aeroporti che non ci sono conseguenze sulla procedura del progetto aeroportuale presentato da ENAC con la società degli scali toscani perchè la legge prevede che il parere regionale seppur non vincolante, sia obbligatorio al momento del rilascio delle autorizzazioni in conferenza dei servizi: non esistendo più il parere della Regione la procedura va dichiarata nulla ed eventualmente riavviata. E’ così chiaro che la sentenza, grande vittoria della cittadinanza, abbia in realtà bloccato l’opera e farebbero bene Toscana Aeroporti, ENAC, Regione e Governo a non eludere la sentenza con nuove forzature legislative o normative.”

“E’, per noi, da sempre palese che chi ha previsto la pista dell’aeroporto, chi ha progettato il masterplan, chi ha dato, nelle sedi tecniche e politiche, il via libera all’infrastruttura si fosse dimenticato di considerare la tutela dell’ambiente, la salvaguardia della salute dei cittadini e che invece vedeva in ogni legge e regolamento solo l’occasione per forzare, cambiare e aggirare le norme a suo piacimento. Ha vinto la cittadinanza attiva che non accetta di chinare la testa! I complimenti vanno agli avvocati, e a tutte e tutti coloro che non hanno mai mollato questa dura battaglia.”

Pubblicato martedì, 9 Agosto 2016 alle 12:37