Tommaso Grassi
rifiuti abbandonati in via di Bozzale 7 novembre 2018 prifiuti abbandonati in via di Bozzale 7 novembre 2018 orifiuti abbandonati in via di Bozzale 7 novembre 2018 q-2

Abbandono illegale di rifiuti, Grassi (Frs): “Una battaglia che deve riguardare tutto il territorio, a partire dalle zone di confine. In Via di Bozzale accanto all’impianto di Publiacqua due discariche abusive”

Presentato per il Consiglio comunale di lunedì prossimo un question time

“Firenze è anche la periferia estrema. La battaglia contro l’abbandono dei rifiuti deve riguardare tutto il territorio comunale, a partire dalle zone di confine. Stamani siamo stati in via di Bozzale, ancora Firenze per qualche decina di metri, tra il vecchio inceneritore di San Donnino e l’impianto di Publiacqua per la gestione dei fanghi: i rifiuti abbondano, e nonostante le segnalazioni numerose della cittadinanza, ogni giorno aumentano i delinquenti che scaricano ingombranti e sacchi neri lungo la strada”.

“Abbiamo ripreso con un video la situazione che c’è in via Bozzale (https://www.facebook.com/tommasograssi85/videos/10216864716196378/). Per il Consiglio comunale di lunedì prossimo presenteremo un question time al sindaco e all’amministrazione comunale. Nel frattempo abbiamo già inviato una segnalazione sul caso specifico ad ALIA e alla Polizia Municipale. Invitiamo la cittadinanza a segnalarci altri casi di abbandono nella città: questa deve essere una battaglia di civiltà di tutte e tutti, nessuno escluso e chiediamo all’amministrazione azioni concrete e non annunci e spot che rischiano di diventare un boomerang contro il Comune stesso”.

“Maggiori risorse ad Alia per gli ispettori ambientali sul territorio, una squadra attiva della Polizia Municipale per intervenire quando vengono segnalati abbandoni di rifiuti e un canale diretto per provvedere alle rimozioni in tempi ragionevoli, senza che i cittadini siano costretti ad attendere mesi e mesi. Ovunque siano lasciate aree con rifiuti abbandonati, queste in poco tempo diventano discariche vere e proprie”.

                  

Pubblicato mercoledì, 7 novembre 2018 alle 13:44

Iscriviti alla Newsletter